P. Correa de Oliveira: Fatima e altri sussidi per una vita militante

Sette brevi saggi per una vita spirituale militante

  1. – Fatima: una visione d’insieme
  2. – La devozione mariana e l’apostolato contro-rivoluzionario
  3. – La crociata del secolo XX
  4. – Virtuosamente intolleranti!
  5. – Moderatismo, il grande eccesso del nostro secolo
  6. – L’essenza del libro di Dom Chautard e un esempio concreto dei suoi benefici frutti
  7. – Dagli insegnamenti di Pio XII: sulla tolleranza del male nell’ordine sociale internazionale e nazionale
  8. – Comunismo e anti comunismo alle soglie dell’ultima decade di questo millennio.

Continua a leggere →

A. Borelli Machado: Fatima: messaggio di tragedia o speranza?

Se analizziamo la vita interna di ogni nazione, notiamo in essa uno stato di agitazione, di disordine, di scatenamento di appetiti e di ambizioni, di sovvertimento di valori, che se non é ancora anarchia aperta, in ogni caso avanza in questa direzione.
Nessun uomo di Stato contemporaneo ha ancora saputo presentare una soluzione che sbarri la strada a questo morboso processo di portata universale.
L’elemento essenziale dei messaggi della Madonna e dell’Angelo del Portogallo a Fatima, nell’anno 1917, consiste proprio nell’aprire gli occhi degli uomini sulla gravità di questa situazione, nell’insegnare loro la sua spiegazione alla luce dei piani della divina Provvidenza, e nell’indicare i mezzi necessari per evitare la catastrofe.
La Madre di Dio ci insegna la storia stessa della nostra epoca e, ancora di più, il suo futuro.

Continua a leggere →

W. T. Walsh: Madonna di Fatima

L’episodio avvenuto tra il 1916 ed il 1920 sul terreno collinoso detto Serra de Aire, nel centro geografico del Portogallo, é tra i più strani e i più belli che io abbia mai udito.
Tre pastorelli, tra i dieci e i sette anni di età , asserirono di aver visto sei volte durante il 1917 una Signora tutta fatta di luce, la quale si posava sopra un albero, parlava loro e poi spariva. L’ultima volta, alla presenza di 70 mila persone, la Signora fece un miracolo strabiliante per attestare la verità di quello che i bambini avevano riferito.
Il messaggio, che la veggente ha rivelato, non é quello di una creatura della terra, ma viene, io ne sono convinto, dalla Regina del Cielo, da Colei, la cui bellezza, potere e bontà furono cantati dai Profeti e dai Santi. Il suo Rosario predicato da S. Domenico travolse l’eresia degli Albigesi, che stavano per distruggere la civiltà europea. Il Rosario conservò per secoli la fede e l’amore di libertà in Irlanda. Vincendo la battaglia di Lepanto, salvò la Cristianità dalla dominazione Musulmana. Fu sotto la sua protezione che Colombo salpò per scoprire il nuovo mondo, onde mutò il nome della sua nave ammiraglia, la «Mariagalante», in «Santa Maria».
Il libro non é «romanzato». Le notizie sono dovute alla memoria precisa di Suor Dores.
L’interesse del racconto, che sarebbe grande per se stesso anche se fosse stato inventato, assume tutto il suo valore storico. Tutto questo però non conta, se si trascura la verità che Dio stesso volle manifestare in questa meravigliosa vicenda dell’apparizione.

Continua a leggere →

Sr. L. dos Santos: Memorie di Suor Lucia

La presente edizione delle Memorie di Suor Lucia corrisponde al testo portoghese, quale si trova nei manoscritti originali conservati nella Curia Vescovile di Leiria.
Della pubblicazione siamo debitori alla benevola condiscendenza del Vescovo che ce ne ha gentilmente dato il permesso.
Bisogna dire subito che non si tratta di un’edizione critica nel senso tecnico della parola, ma di un’edizione popolare, intendendo questo termine nella sua migliore accezione.
E’ quindi la divulgazione di documenti preziosi e commoventi, sostenuta da un corredo critico ridotto allo stretto necessario, libera dalla complessa serie di riferimenti che ne appesantirebbero la lettura.

Continua a leggere →

P. C. Buela I.V.E.: Pane di vita eterna e calice dell’eterna salvezza

Stiamo presenziando negli ultimi anni un fenomeno da pochi immaginato nei decenni scorsi, cioé il risvegliarsi nelle comunità ecclesiali e nei movimenti religiosi della devozione eucaristica e la ripresa, timida ancora, ma vera ripresa, dello studio teologico sull’essenza della Santa Messa. Questo merito, senza dubbio, si deve principalmente alla straordinaria opera di Papa Giovanni Paolo II. Non si tratta solo della pietà religiosa di un uomo che amava l’Eucaristia; Egli agiva come capo di una Chiesa che per natura vive dell’Eucaristia. «Ecclesia de Eucharistia» non é solo il bel titolo di una Enciclica, non é un fatto isolato ma la conclusione e il punto di arrivo di un fecondo pontificato programmato in ordine all’Eucaristia.

Continua a leggere →